[]
Area riservata
Username:
Password:
titolo

News

Leggi tutte le ultime novità

 
Dalla Banca
24/05/2018
Assemblea dei Soci - 20 maggio 2018

assemblea 2018 - 1

Approvato il bilancio 2017. Lo sguardo è già al futuro

Il 20 maggio 2018 si è tenuta a Erba, presso il Centro espositivo diLariofiere, l’Assemblea della BCC Brianza e Laghi, durante la quale i 404 Soci presenti, in proprio e per delega, hanno approvato all’unanimità il bilancio 2017. È la prima Assemblea dell’istituto creditizio nato a dicembre dalla fusione tra la BCC dell’Alta Brianza – Alzate Brianza e la BCC di Lesmo.Un momento d’incontro fondamentale tra i Soci dell’Area Nord (ex Alzate) e i soci dell’Area Sud (ex Lesmo): lo sguardo da ora in poi è al futuro, quello prossimo, con l’adesione al Gruppo Bancario Cooperativo, ma anche agli orizzonti più lontani, per non farsi cogliere impreparati dai cambiamenti del contesto economico e sociale.

Diversi gli interventi che si sono succeduti durante la mattinata. Il Presidente, Giovanni Pontiggia, hacomunicato ai Soci la fine dellacomplessa attività di integrazione della struttura operativa e delle risorse umane conseguenti al processo di fusione e ha anticipato quanto avverrà a inizio del prossimo anno con la nascita del Gruppo Bancario Cooperativo.

Il DirettoreErnesto Mauri, ha illustrato il bilancio d’esercizio al 31/12/2017, che ha registrato una perdita di 9,4 milioni di euro, dovuta anche a 11,3 milioni di euro di rettifiche di valore sui crediti, imputabili ad un preciso e puntuale atteggiamento prudenziale del Consiglio di Amministrazione, alla luce delle direttive sempre più stringenti delle autorità di vigilanza in materia di crediti non performing. Ha inoltre esposto ai Soci i principali dati dimensionali della BCC Brianza e Laghi: 2,14 miliardi di euro di supermontante (impieghi + raccolta diretta + raccolta indiretta), 24 sportelli presenti in 3 province (Como, Lecco, Monza Brianza), 208 dipendenti, 29.443 clienti e 5.997 soci,raccolta diretta 988,3 milioni di euro, raccolta indiretta 479,6 milioni di euro, impieghi netti 674,8 milioni di euro.

Sono poi intervenuti il Vice Presidente Vicario, Carlo Maria Beretta, e il Vice Presidente, Giuseppe Rigamonti. Beretta ha ricordato i valori fondanti della BCC, sottolineando il forte legame con i territori nei quali si è sviluppata e l’importanza dei Soci nel sostenerla in questa importante fase di evoluzione dimensionale e normativa.Rigamonti ha posto invece l’attenzione sulle potenzialità dei nuovi livelli dimensionali e sul processo di efficientamento delle risorse e delle unità locali, con l’obiettivo di ridurre i costi operativi, valorizzare le positive esperienze ereditate dalle due banche e portare a termine gli obiettivi strategici delineati nel piano di fusione.

Al termine dei vari interventi ha preso la parola Alessandro Azzi, Presidente della Federazione Lombarda delle BCC, che dopo aver portato i saluti della Federazione, ha rivolto un caloroso saluto a tutti i Soci presenti, a tutto il Consiglio di Amministrazione, al Collegio Sindacale e alla Direzione, a cui è legato da profondi sentimenti di sincera amicizia.Durante il suo intervento il Presidente Azzi ha sottolineato che chi fa banca, e la fa con gli obiettivi, le caratteristiche, la missione del Credito Cooperativo, sta attraversando una fase di grande complessità. Le banche di comunità al servizio delle personedevono oggi rispondere a tre fondamentali esigenze: garantire e gestire la fiducia a partire dalla tutela del risparmio; fornire soluzioni, non solo vendere prodotti; costruire e consolidare relazioni personali e comunitarie. Azzi ha concluso con l’auspicio che il termine Banca di Credito Cooperativo venga considerato come l’acronimo di “banca contro corrente”, di contraddizione rispetto alla rassegnazione, alla rinuncia e al disimpegno e di conferma del valore e del primato della persona sopra l’economia e sopra la finanza cieca.

È salito sul palco anche Mauro Frangi, Socio della BCC Brianza e Laghi e Presidente dell’unione Interprovinciale delle Cooperative di Confcooperative di Como e Varese, che ha ringraziato ilConsiglio e la Direzione per un bilancio veritiero,perché scaturito dalla scelta di fare tutti gli accantonamenti necessari, per consegnare ai Soci una Banca più solida e forte. Frangi ha sottolineato la necessità della fusione appena conclusa, come pure la scelta di far parte del gruppo Bancario Cooperativo, che permetterà alla Banca di affrontare al meglioil futuro.

Infine, Edoardo Radaelli, Vice Coordinatore della Consulta dei Soci della ex BCC di Lesmo, ha presentato il gruppo di lavoro della Consulta, formato da venti Soci eterogenei per professione e per interessi. Questi Soci, ispirandosi ai criteri della Carta dei Valori del Credito Cooperativo, hanno messo a disposizione il proprio tempo e le proprie competenze per promuovere attività fondate sui principi della centralità delle persone, della cooperazione e dell’educazione al risparmio.

Non sono mancati i saluti di Giampaolo Corti, Assessore al Bilancio del Comune di Erba, di Giovanni Ciceri, Presidente di Lariofiere e Confcommercio Como e di Fortunato Trezzi, Presidente di Coldiretti Como-Lecco, che auspicavano la continuità nella collaborazione allo sviluppo e alla promozione del territorio.

Durante l’assemblea si sono inoltre svolte le premiazioni del premio di poesia “Cav. Tarcisio Beretta”, giunto alla XIV edizione: primo classificato Nicolò Laboccetta, con la poesia “Il vento”; seguono William di Sivo, con la poesia “Parole” e Riccardo Dognini, con “L’onda”. Il Presidente Pontiggia ha poi omaggiato e ringraziato i 9 dipendenti che nel corso del 2017 hanno festeggiato i 25 anni di attività in BCC.

Al termine dei lavori è stato offerto a tutti i Soci un aperitivo e dato appuntamento alla prossima assemblea straordinaria per l’adesione al Gruppo Bancario Cooperativo, che si terrà in autunno.