La Campagna di comunicazione 2004

 MANIFESTO-cuoco.JPG

 MANIFESTO-libraio.JPG

 MANIFESTO-donna.JPG

Il tema della comunicazione – basato sul tormentone “La mia banca è differente” pronunciato dai correntisti della BCC a commento della insoddisfacente interlocuzione offerta dal mondo esterno – rimane il perno degli spot 2004, come invariato rimane il team degli esecutori: i registi Paolo Genovese e Luca Miniero e il direttore della fotografia Umberto Manente (casa di produzione Film Master).

Naturalmente nuove, invece, le situazioni che fanno da sfondo alle paradossali richieste dei protagonisti: un cinefilo alle prese col problema di conciliare la visione di un film straniero con la lettura dei sottotitoli, una ragazza ansiosa di risparmiare alla sua carta d´identità la classica foto con “la faccia da documento” e un giovane in cerca di qualcosa di originale da scrivere su una cartolina postale.

Ricordiamo che i diritti di questa Campagna 2004 sono scaduti. La pubblicazione su questo sito intranet è finalizzata alla pura visione.

Gli spot:

BCC e gli Europei di calcio

Per la prima volta nel mondo della comunicazione bancaria, sarà proprio il calcio a fare da sfondo e filo conduttore ad una serie di spot capaci di rappresentare con un linguaggio leggero ed ironico la vicinanza del Credito Cooperativo a coloro che, attraverso una sana “passione sportiva”, riescono a stare e gioire insieme, riscoprendo valori semplici e condivisi.

Il calcio quindi come paradigma della vita reale e strumento per presentare al grande pubblico l´azione che le Banche di Credito Cooperativo italiano svolgono ogni giorno a favore di migliaia di soci, clienti ed intere comunità locali.

La Campagna - firmata con il marchio “BCC–Credito Cooperativo” - è stata realizzata dalla Agenzia Mc Cann Erickson di Roma con la direzione creativa di Marco Carnevale. La regia degli spot è affidata a Paolo Genovese e Luca Miniero. Casa di produzione Filmaster.